Home » News » TORNA LUCCA OPERA FESTIVAL CON "L'ITALIANA IN ALGERI"

TORNA LUCCA OPERA FESTIVAL CON "L'ITALIANA IN ALGERI"

Categoria: 

È imminente l'atteso ritorno di LuccaOPERAfestival, il festival dedicato alla lirica che propone una nuova produzione del tutto particolare: L'Italiana in Algeri di Gioacchino Rossini in una straordinaria versione su strumenti originali. Interpretazione affidata all'orchestra L'Eloquenza diretta da Jonathan Brandani e a un cast d’eccezione per la regia di Stefania Panighini, in scena venerdì 22 e sabato 23 maggio 2015, ore 20.30 al Teatro dei Rasicurati di Montecarlo. Un'esperienza musicale da non perdere, quasi un viaggio nel tempo che consentirà di gustare l’opera in una versione più vicina a quella che poterono apprezzare i contemporanei di Rossini.

Dopo i sold out delle produzioni liriche degli ultimi due anni, a seguito di un altrettanto brillante e applaudito tour concertistico in Australia e Nuova Zelanda lo scorso febbraio, LuccaOPERAfestival si fa forte del meritato consenso che le hanno tributato pubblico e critica e si impegna in una realizzazione coraggiosa, un evento raro di ampio respiro culturale e di grande curiosità per il pubblico: l’esecuzione un’opera lirica su strumenti d'epoca, con un’interpretazione ispirata a criteri di prassi esecutiva storicamente informata.

L’operazione è possibile grazie alle approfondite conoscenze storiche e filologiche del direttore d’orchestra Jonathan Brandani: talento italiano da molti anni residente all’estero (prima a Vienna poi negli Stati Uniti), recentemente nominato Assistant Conductor presso Minnesota Opera, dove la prossima stagione dirigerà Tosca di Giacomo Puccini, e Associate Conductor presso DesMoines Metro Opera, da sempre affianca all'attività principale di direttore quella di interprete e studioso di prassi esecutiva ed è ideatore e fondatore dell'orchestra su strumenti originali L'Eloquenza, la quale riunisce affermati musicisti provenienti da tutta Europa e specializzati nell'esecuzione su strumenti originali.

Per questa Italiana in Algeri saranno quindi utilizzati strumenti originali del tardo Settecento/primo Ottocento (o copie fedeli) e Jonathan Brandani guiderà l’orchestra e il cast in una esecuzione della partitura che ha come presupposto le molte testimonianze d'epoca circa la prassi vocale e strumentale del periodo in cui Rossini visse e operò. Andrà quindi in scena al Teatro dei Rassicurati un'opera con tutta la brillantezza e la freschezza dei suoi colori originari: l'effervescenza e il fascino travolgente delle melodie rossiniane saranno restituiti in tutta la loro originale carica espressiva.

Interpreti di questo allestimento sono artisti di livello internazionale, provenienti da Italia, Argentina e Colombia: Loriana Castellano (Isabella), Luciano Miotto (Mustafà), David Ferri Durà (Lindoro), Mattia Campetti (Taddeo), Cristian Diaz (Haly), Alexandra Fleischman (Elvira), Sara De Flaviis (Zulma), porteranno in scena lo splendore timbrico ed espressivo di quest’opera, caposaldo del genere buffo. La scenografia porta la firma di Francesca Pieretti e i costumi sono una creazione di Michela Caccioppoli.

L’evento, sostenuto dalla Fondazione Crl, è dedicato alla memoria di Christopher Hogwood, direttore inglese recentemente scomparso, che è stato una delle personalità musicali più significative nell'ambito della riscoperta degli strumenti d'epoca e fondatore della Academy of Ancient music. Hogwood, in contatto con il direttore artistico di LuccaOPERAfestival Mattia Campetti, aveva manifestato apprezzamento e interesse verso le iniziative e l'operato del festival: dedicando a lui questa produzione si intende onorarne la memoria e rendergli omaggio con un impegno vivo di esecuzione musicale ispirata a prassi esecutive storiche.

Informazioni e prenotazioni: www.luccaoperafestival.com, luccaoperafestival@gmail.com, +39.340.5671301.